mercoledì 18 novembre 2009

Acqua

Clicca per ingrandire!E voi cosa ne pensate? Questa privatizzazione fa acqua da tutte le parti? :)

6 commenti:

il Russo ha detto...

Ribadisco, fra un pò ci privatizzano anche il culo e se lo vendono al posto nostro...

Gionata ha detto...

Che dire. Io vivo in un paese dove da settimane (da settimane) sono affissi cartelli riguardanti la non potabilità dell'acqua. Privatizzarla? E' sempre la stessa mafia: le porcate (scusami il termine) che si fanno con il pubblico si faranno più o meno con il privato. Ma comunque non ci vedo niente di buono.

Raksati ha detto...

Non mi sono informato in maniera troppo accurata ma a me sembra, come spesso accade da noi in italia, che si stia facendo della disinformazione più che informazione.
Le società che gestiscono acquedotti, fogne etc etc e che quindi gestiscono i servizi connessi all'acqua sono GIA' a compartecipazione privata. Solo che fino ad ora la maggioranza all'interno dell'assetto societario doveva essere dello stato.
Da questo punto in poi decade questo vincolo.

E' solo questo che la legge approvata ha decretato. In più sono stati svincolati una marea di altri servizi che prima erano esclusivo possesso dello stato.

Ora, io non sono un uomo di destra, ma a me sembra che la gestione dei servizi locali, e nella fattispecie di quelli legati alla gestione dell'acqua faccia acqua da tutte le parti!!!! (Scusate il gioco di parole ma ne ero troppo affascinato).
Da me in provincia di Viterbo vi sono società, pubbliche, che sprecano una montagna d'acqua e la magistratura infligge sanzioni che ricadono sulle tasse locali che noi paghiamo alla regione. Ovviamente gli amministratori delegati di queste società sono praticamente immuni e quindi il tutto rimane immobile. Io penso che slegare il SERVIZIO (ovviamente non il bene in sé) dallo stato sia un tentativo percorribile per provare qualcosa di diverso e per responsabilizzare anche il privato (ed il cittadino) ad una gestione meno sprecona (e persino più virtuosa).

Alla fine comunque c'è sempre una cosa che è fondamentale... dobbiamo stare, noi cittadini, con gli occhi aperti e non lamentarci sempre di ciò che ci accade. Se qualcosa non funziona una simpatica lettera stile avvocato agli organi competenti e via così. Se no che cittadini siamo? Solo diritti, che non ci vengono erogati di solito e mai doveri???

Ciao, Rak

Nemo ha detto...

@Russo: vista la sfortuna che ho, con quello mio non ci farebbero molti soldi :)

@Gionata: attualmente neanche io ci vedo qualcosa di buono...

@Raksati: sono d'accordo sul fatto che la gestione di ciò che è pubblico, in Italia è davvero penosa. Ma, come ultimamente sta capitando, quando privatizzano, lo fanno solo degli utili, mentre le perdite restano sempre a partecipazione statale. Non capisco tra l'altro come mai hanno voluto porre la fiducia su una legge contenente problemi così 'delicati'. Mi sembra poco democratico (specialmente visto che riguarda la collettività), no?

MadGrin ha detto...

Meno male che "non mi sono informato in maniera troppo accurata" altrimenti scrivevi un poema! :D

Nemo ha detto...

@Madgrin: tremo all'idea che in questo momento si stia documentando a dovere :)