lunedì 15 settembre 2008

Alitalia... viaggio di ritorno

Clicca per ingrandire!Dite che si metteranno d'accordo? Anzi, a quali condizioni si metteranno d'accordo?
E i precari che fine faranno?

6 commenti:

MadGrin ha detto...

Prima o poi l'accordo verrà trovato ... tra le condizioni si parla di biglietti gratis vitalizi per me ma ancora non posso rivelarvi nulla di definitivo!

Raksati ha detto...

Io non ho parole. Già mi sta profondamente sul ca..o il modo in cui i mass media trattano le vicende! Ma con Alitalia hanno superato veramente ogni ca..o di limite! E po..a t..a! Voglio emigrare in un paese diverso per smaddonnare un po' anche contro i potenti di quel luogo che ho finito gli epiteti contro quelli del nostro martoriato paese. E poi più studio la storia d'Italia dagli anni 50 in poi (cosa che mi è stato vietato al liceo...) più sono disgustato e trovo che la nostra nazione sia molto simile ad una repubblica del centroamerica.
Ma che schifo!
Una su tutte, sapete chi ha costruito l'autostrada del sole? La Fiat, la Pirelli (e qualche altra società che adesso mi sfugge). Come mai? Perché più strade = più macchine = più ruote -> meno treni.
E' uno stupido esempio ma la dice lunga su quali siano le basi del nostro presente. Vabbé. Ciao vado a scrivere qualcosa che mi faccia andar via da questo luogo.

gian ha detto...

Io ho deciso di non fare commenti su Alitalia in questi giorni. Perché c'è così tanta disinformazione e mancanza di dettagli precisi sulla vicenda che non si può dire nulla di sicuro.
Hanno ragione i piloti? Boh. E gli assistenti di volo?
Chi lo sa.
E' diventata una pura questione politica.

Nemo ha detto...

@Madgrin: tu rappresenti allora il nodo da sciogliere! :)

@Raksati: tutto il sistema dei trasporti del nostro Paese è stato incentrato sulla 'gomma' (e non quella da masticare).
Il risultato è che, in una nazione circondata dal mare (e il trasporto su mare abbatterebbe i costi di distribuzione delle merci), ogni cosa viaggia per strada! E naturalmente nessun politico fa niente per cambiare le cose (si vede che non gli conviene).

@Gian: Penso che ogni manovra di tali proporzioni diventi di natura politica.
Mi sa che nemmeno ai sindacati interessi difendere le categorie più deboli.
Non so nemmeno se verranno dati i veri dettagli di tutta la vicenda, visto che non converrà a nessuno rivelarli.
Passa davvero la voglia di commentare ogni cosa...

il Russo ha detto...

Come i mass media trattano la storia dell'Alitalia é penoso, se va bene é merito di Berlusconi, se va male colpa dei sindacati: penoso.

Nemo ha detto...

Beh, sui sindacati ci sarebbe molto da dire, secondo me.
Sono bravi a proteggere chi è già molto protetto.
Ma le piccolissime realtà lavorative, dove l'impiegato è ricattabile dal datore di lavoro, vengono sistematicamente ignorate da qualunque sindacato.
Ecco, penso che quella dei sindacati sia l'ennesima casta.
Potrei sbagliarmi (vorrei sbagliarmi), ma mi sa che è così.
Mi chiedo cosa ne pensi tu, Russo, che di sicuro ne saprai ben più di me (hai combattuto molte più 'battaglie').