lunedì 8 settembre 2008

Accanimento terapeutico

Clicca per ingrandire!Lo so, l'argomento è delicato, pertanto evito di esprimere un parere netto.
Ma mi piacerebbe sapere come la pensate voi...

7 commenti:

Lorenzo ha detto...

Credo che le persone, a un certo punto, sia giusto "lasciarle andare". Abbiamo sviluppato troppa fobia per la morte e non ci si rende conto che essa è parte della vita. Vogliamo vivere sempre giovani, sempre belli, senza una ruga o un capello bianco ma, cazzo, fa tutto parte della vita. E' giusto provarle tutte ma è altrettanto giusto smettere di far soffrire le persone quando si capisce che ormai non c'è più nulla da fare.

MadGrin ha detto...

Confesso di non aver ancora ben maturato una mia opinione precisa ma di una cosa sono relativamente sicuro: questo è un argomento in cui è facile cambiare opinione (in ambedue le direzioni) quando ci si viene a trovare in mezzo ... :-|

Raksati ha detto...

Devo dire che concordo appieno con l'opinione di "malafemmina". Qualche tempo fa ha scritto il suo testamento biologico che presto pubblicherò anche sul mio blog per far comprendere a chi di dovere quale siano le mie volontà in merito.

Il post in questione è il seguente:
http://www.dottoressadania.it/2008/07/21/testamento-biologico/

Un abbraccio

Nemo ha detto...

Naturalmente c'è anche il problema di quando la persona malata:
1) capisce tutto e chiede di morire dignitosamente
2) non dà più segni verso il mondo esterno, e ci si trova a dover decidere al posto suo...

Nemo ha detto...

...interessante anche il testamento biologico di 'malafemmena'

il Russo ha detto...

Il mio corpo é MIO, punto. Tutto il resto é fuffa per bigotti.

Nemo ha detto...

@Russo: tu pensi che il corpo sia tutto tuo! :)
In realtà la chiesa (sempre minuscola, ovviamente) sta facendo di tutto per impossessarsene :D